AUTOTRASPORTO INVESTIMENTI.2016.2017Autotrasporto: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto portante le le disposizioni di attuazione per l'accesso ai contributi per la realizzazione di programmi d'investimento nel settore dell'autotrasporto.
FINALITA': Le risorse di cui al comma 1, per € 25.000.000, sono destinati ad incentivi, a beneficio delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al registro elettronico nazionale e all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, per il rinnovo e l'adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l'acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonche' per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.
BENEFICIARI: Possono proporre domanda le imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi, nonche' le strutture societarie, risultanti dall'aggregazione di dette imprese.
CONTRIBUTO MASSIMO: L'importo massimo ammissibile per gli investimenti per singola impresa non puo' superare € 600.000,00.
DOMANDA: Le domande per accedere ai contributi devono essere presentate, esclusivamente in via telematica, a partire dal 20 ottobre 2016, ed entro il termine perentorio del 15 aprile 2017.

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO


MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​


AUTOTRASPORTO CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI

FINALITA'

Le risorse di cui al comma 1, per € 25.000.000, sono destinati ad incentivi, a beneficio delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi:

  • attive sul territorio italiano,
  • regolarmente iscritte al registro elettronico nazionale
  • e all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi,
  • per il rinnovo e l'adeguamento tecnologico del parco veicolare,
  • per l'acquisizione di beni strumentali
  • per il trasporto intermodale,
  • nonche' per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

I contributi sono erogabili fino a concorrenza delle risorse disponibili per ogni raggruppamento di
concorrenza delle risorse disponibili per ogni raggruppamento di tipologie di investimenti.

Ove, a causa dell'esaurimento delle risorse disponibili per ciascuna area il numero delle imprese ammesse al beneficio non consenta l'erogazione degli importi a ciascuna spettanti si procedera' alla riduzione proporzionale dei contributi fra le stesse imprese collocate nelle aree rispetto alle
quali le risorse si sono rivelate insufficienti.

CONTRIBUTO MASSIMO

L'importo massimo ammissibile per gli investimenti per singola impresa non puo' superare € 600.000,00.

BENEFICIARI

Le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi:

  • attive sul territorio italiano,
  • regolarmente iscritte al registro elettronico nazionale
  • e all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi,
  • per il rinnovo e l'adeguamento tecnologico del parco veicolare,
  • per l'acquisizione di beni strumentali
  • per il trasporto intermodale,
  • nonche' per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

POSSONO PROPORRE DOMANDA

  • le imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi,
  • nonche' le strutture societarie, risultanti dall'aggregazione di dette imprese, costituite a norma del libro V, titolo VI, capo I, o del libro V, titolo X, capo II, sezioni II e II‐bis del codice civile, iscritte al Registro elettronico nazionale istituito dal Regolamento (CE) n. 1071/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009.

SPESE AMMESSE

Sono finanziabili le acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di:

  • a) automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa a metano CNG e elettrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate.
    CONTRIBUTO:
    Il contributo e' determinato in € 3.500 per ogni veicolo CNG e in € 10.000 per ogni veicolo elettrico, considerando la notevole differenza di costo con i veicoli ad alimentazione diesel;
  • b) automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate.
    CONTRIBUTO:
    Il contributo e' determinato in € 8.000 per ogni veicolo a trazione alternativa a metano CNG ed in € 20.000 per ogni veicolo a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG, considerando la notevole differenza di costo con i veicoli ad alimentazione diesel.

In relazione agli investimenti di cui all'art. 1, comma 4, lettera b), del decreto, e' finanziabile la radiazione per rottamazione o per esportazione al di fuori del territorio dell'Unione europea, di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, conformi alla normativa anti inquinamento Euro VI.
CONTRIBUTO:Il contributo e' determinato in € 7.000 per ogni veicolo radiato avuto riguardo, alla
luce di quanto previsto dall'art. 10, comma 3 del Regolamento (CE) n. 595/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009, al sovra costo necessario per la acquisizione di un veicolo che soddisfi i limiti di emissione Euro VI in sostituzione di quello radiato.

  • In relazione agli investimenti di cui all'art. 1, comma 4, lettera c) del decreto, sono finanziabili le acquisizioni anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596‐5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo di cui all'allegato 1 al presente decreto.
    IL CONTRIBUTO VIENE DETERMINATO:
    • a) per le acquisizioni effettuate da piccole e medie imprese nel limite del 10 per cento del costo di acquisizione in caso di medie imprese e del 20 per cento di tale costo per le piccole imprese, con
      un tetto massimo di € 5.000 per ogni semirimorchio.
      Le acquisizioni sono ammissibili qualora sostenute nell'ambito di un programma di investimenti destinato a creare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
    • b) per le acquisizioni effettuate da imprese che non rientrano tra le piccole e medie imprese in € 1.500, tenuto conto che e' possibile incentivare il 40 per cento della differenza di costo tra
      tali veicoli intermodali dotati di almeno un dispositivo innovativo e veicoli equivalenti stradali;
  • In relazione agli investimenti di cui all'art. 1, comma 4, lettera d) del presente decreto, sono finanziabili le acquisizioni, effettuate anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse
    mobili e 1 rimorchio o semirimorchio portacasse.
    CONTRIBUTO:
    Il contributo viene determinato, tenuto conto dei costi aggiuntivi rispetto all'acquisto di veicoli equivalenti stradali, in € 8.500 per l'acquisto di ciascun insieme di 8 casse e 1 rimorchio o semirimorchio.

MAGGIORAZIONE CONTRIBUTO 10%

I contributi precedenti sono maggiorati del 10 per cento in caso di acquisizioni effettuate da parte di piccole e medie imprese, ove gli interessati ne facciano espressa richiesta, nei seguenti casi:

  • a) per le acquisizioni di cui ai commi 2, 3 e 5.
    A tal fine gli interessati trasmettono, all'atto della presentazione della domanda di ammissione ai benefici, dichiarazione sostitutiva redatta ai sensi e per gli effetti del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante il numero delle unita' di lavoro
    dipendenti (ULA) e il volume del fatturato conseguito nell'ultimo esercizio fiscale;
  • b) per le acquisizioni se effettuate da imprese aderenti ad una rete di imprese.

Le maggiorazioni sono cumulabili e si applicano entrambe sull'importo netto del contributo.

DOMANDA

Le domande per accedere ai contributi devono essere presentate, esclusivamente in via telematica:

  • a partire dal 20 ottobre 2016
  • ed entro il termine perentorio del 15 aprile 2017

MAGGIORI INFORMAZIONI 

Chiedi InformazioniChiedi AppuntamentoAbbonamenti



© Copyright - ITALIA CONTRIBUTI S.R.L.
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione.

Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo citando la fonte, inserendo la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web www.italiacontributi.it" e includendo un link attivo diretto alla pagina dell\'articolo.